Sismi. ca: proviamo a ripartire

Dopo cinque lunghi mesi di proteste, riunioni, confronti, anche accesi, tra le categorie professionali e le istituzioni regionali, è stata finalmente pubblicata la circolare n. 181995/2017 del Dipartimento LL.PP., in attuazione delle determinazioni assunte dal tavolo tecnico del 26 maggio.
Da oggi, 31/05/2017, sarà infatti consentita la trasmissione di qualsiasi progetto, indipendentemente dalla tipologia e dalla classe d’uso, nella categoria “altre opere”, allegando agli elaborati strutturali una relazione contenente il “giudizio motivato di accettabilità dei risultati” in cui, ai sensi di quanto previsto dal capitolo 10.2 delle NTC08, “devono essere elencati e sinteticamente illustrati i controlli svolti” dal progettista sui risultati delle elaborazioni effettuate.
L’esercizio di tale facoltà, per ora, è consentito solo per due mesi, fino al 31 luglio 2017, ed in tale periodo, come indicato dal tavolo tecnico, dovranno essere attivati corsi di formazione per i professionisti e integrare la manualistica con esempi specifici, allo scopo di garantire una completa conoscenza del sistema.
Per quanto concerne la tariffa istruttoria questa andrà calcolata sull’effettiva categoria, secondo quanto previsto dall’allegato “A” della delibera di G.R. n. 610/2010.
L’inserimento dei progetti in “altre opere” è comunque facoltativo, per cui resta attiva la possibilità di inserire tutti i dati richiesti nelle varie sessioni del Sismi .ca, classificando il progetto secondo la reale categoria. In tal caso il progetto, ai fini dell’istruttoria, verrà considerato con procedura d’urgenza senza applicare la prevista maggiorazione del 40% alla tariffa base.
Un’ulteriore riduzione del 10% si avrà per chi, oltre ad effettuare la trasmissione secondo quanto indicato al punto  precedente, provvederà ad inserire i dati relativi alle pareti incrociate e ai due telai piani richiamati nella circolare n.93765 del 17 marzo. Quest’ultima circolare resta in ogni caso applicabile fino al 31/12/2017.
I lavori del tavolo tecnico continueranno assiduamente in questi due mesi, al fine di permettere un effettivo snellimento della piattaforma e migliorarne le funzionalità.
Il tavolo tecnico può considerarsi quale organo di garanzia e vigilanza sull’attuazione delle indicazioni di volta in volta proposte, ed è stato istituito a seguito delle pressanti richieste degli Ordini professionali.
Oggi un primo ed importante risultato è stato raggiunto, ma ciò è avvenuto soprattutto grazie alla partecipazione dei singoli iscritti che, con le loro segnalazioni e osservazioni, ci hanno permesso di avere una maggiore forza nella trattativa con le istituzioni regionali. Grazie a tutti quindi, per l’impegno e il tempo dedicato, con l’auspicio che per il futuro ci possa essere una sempre maggiore partecipazione per condividere idee, obiettivi e risultati.

Ing. Bruno Larosa
(Rappresentante degli Ordini professionali della Calabria al tavolo tecnico regionale sulla piattaforma Sismi .ca)



Indietro
Questo sito per offrire i propri servizi utilizza cookies, navigando sul sito ne autorizzi l'uso. Informazioni